pianti-trattenuti
Ed è vero, hai ragione tu quando dici che avrei dovuto aspettarti in eterno, che te l’avevo presso quella notte.
Ma credi sul serio che sarei rimasta?
Che avrei speso infinite lacrime per te?
Credevi sul serio che sarei rimasta sola
e che t’avrei aspettata mentre tu..
tu avevi un’altra vita ormai?
E credevi sul serio che t’avrei scritto quaderni interi?
Che non sarei andata avanti?
Credevi sul serio che sarei rimasta a guardare la mia vita
cadere
crollare
senza te?
Vivere in agonia.
La tua assenza.
Gli occhi stanchi
e spenti.
Credevi sul serio che avrei continuato così?
E tu?
Tu ti saresti lasciata amare prima o poi?
E giuro che ti ho aspettata.
Non in eterno ma ti ho aspettata.
Ti ho aspettata mentre tutto andava a rotoli.
E ti ho sognata.
Ti ho scritto lettere che hai letto
ed altre che mai leggerai.
E ti ho dedicato poesie,
disegni,
colori.
Ti ho dedicato anche le parole che non avevo,
quelle che non uscivano dalle labbra.
Ed ho sporcato i miei sogni
di te
di noi
di ciò che non c’era.
Ma non sei tornata,
non saresti mai tornata
e non volendo
ho dovuto smettere.
Smettere
e mettere me al primo posto.
Ma ti ho amata
e questo lo sai.
E non ti ho dimenticata.
Ricordo il tuo profumo
e la tua pelle.
Ricordo i capelli color grano
e gli occhi verdi acqua.
Non c’è nulla di te che ho dimenticato
ma semplicemente non aspetto.
Non potevo
non volevo
più aspettare.
Che ad aspettare chi non torna
ce ne vuole di coraggio.
Coraggio che non ho.
frammenti di me (via pianti-trattenuti)